Il Maestro Marcelo Bottaro nato nel 1958, di cittadinanza italo-venezuelana; vive e lavora in Italia da più di dieci anni, mantenendo un ponte tra Roma - Bologna e il Venezuela.

Dal 1973 al 1976 studia alla Scuola d’Arte “Arturo Michelena” a Valencia (Venezuela). Nel 1977 si trasferisce nella città di Cumanà (Venezuela), dove si specializza in pittura e scultura sotto la guida di giovani maestri del movimento “Nueva Vision” di Alexis Mujica e Vladimir Puche. Dopo numerose collaborazioni con gallerie e istituzioni, intraprende gli studi di tecniche grafiche ed incisione presso l’Università di Bogotà e l’Istituto “Segra” di Caracas. Nel 1985 vince il Primo premio del Salon del Museo Ayacucho di Cumanà. Nel 1986 realizza una vasta produzione di pittura, scultura e performance fra le quali si sottolinea quella del Museo Gran Mariscal di Ayacucho, alla Galleria O. Blagnac di Tolosa (Francia) e alla Galleria Nazionale di Caracas.

Dal 1989 al 1992 in Colombia, l’artista completa un percorso artistico esponendo in facoltose Gallerie d’Arte e proseguendo la sua ricerca didattica, insegnando con video-conferenze dal titolo: “Le ultime tendenze della scultura-installazione degli ultimi 10 anni nell’arte latino-americana” presso l’Università Jorge Taddeo Lozano, l’Università Nazionale e la Galleria Nazionale di Bogotà (Colombia).

Dal 1993 al 1998, ritorna in Venezuela nell’isola di Margarita dove lavora come professore di percezione visiva, presso la Facoltà di Architettura – Politecnico Santiago Marigno. Sempre sull’isola, partecipa al Salon annuale de Fondene, inoltre, viene selezionato fra artisti di grande calibro come Jesus Soto, Fernando Botero, Harri Habens, per partecipare alla VII° Biennale di Scultura e Installazione, organizzata dai Musei: Francisco Narvaez, Whashington Modern Art Museum.

Nel 1999, soggiorna in Martinica (Francia) dove realizza diverse esposizioni in prestigiose istituzioni, tra cui il Centro Culturale Atrium, il Centro di Cinema Madiana e la Galleria d’Arte Clement.
Nel 2000, va a Parigi per arricchire la sua ricerca e incontra la prestigiosa “Selmer”, azienda leader nella fabbricazione di strumenti musicali, che gli commissiona una importante opera.

Dal 2000, arriva in Italia, a Roma, dove collabora con Francesco Corica presso lo studio CROMA in Via del Governo Vecchio. Successivamente viene sele
zionato attraverso l’Ambasciata del Venezuela per esporre in una collettiva di pittura e scultura: “Artista straniero a Roma” presso la Galleria Nazionale di Arte Moderna, sempre in questo periodo espone in diverse Gallerie e centri culturali della città.

Tra il 2002 ed il 2003, collabora come Art Director per l’agriturismo “La Casella” in Umbria, in cui, come artista realizza un progetto di installazione site-specific, dal titolo: “Viaggio, Conquista e Colonia” , con il patrocinio di diverse banche, agriturismi, aziende cinemetografiche, e cinque Ambasciate del Sud America. Successivamente, l’artista viene invitato dall’Associazione Suamox ( HYPERLINK “http://www.suamox.it” www.suamox.it) ad esporre parte di questa ultima serie, partecipando alla “collettiva di artisti stranieri” presso il Vittoriano, a Roma.
Sempre nel 2003, partecipa ad una importante collettiva di artisti venezuelani riconosciuti a livello internazionale come Pancho Quiliche a cura di Octavio Herrera, presso il Comune di Lione in Francia.

Nel 2004, collabora ad un progetto cinematografico, come attore protagonista del Documental – fiction: “I ponti di un pittore”, realizzato in diverse città italiane con la regia di Maurizio Fallini (Primo premio di fotografia e video dell’Università Centrale del Venezuela).

Tra la fine del 2004 e l’inizio 2005, realizza ed espone la serie intitolata: “ I guerrieri del Sole”, presso il Palazzo Margutta, a Roma.
In seguito, collabora come Assistente di Produzione a fianco del grande architetto e scultore venezuelano Jorge Castillo (Premio Nazionale di Architettura), per la realizzazione del progetto scultoreo dedicato al giuramento fatto 200 anni prima, dal Liberatore Simon Bolivar, proprio nella piazza di Montesacro a Roma.

All’inizio del 2007, riceve il riconoscimento dall’ Istituzione ENAP italiana (Ente Pubblico Nazionale a servizio degli artisti, vigilato dal Ministero del lavoro e dalla Previdenza Sociale) e dalla Fondazione Pio Istituto Catel.
Sempre in questo anno, il Maestro ha avuto il grande piacere di poter curare insieme alla casa editrice “Maprosti Lisanti”, un libro che racchiude il percorso artistico della sua ricerca in Italia, di cui, i testi sono a cura dello storico Aldo Caterino. Il Maestro è stato selezionato per una intervista, presso gli studi cinematografici della RAI International, per partecipare al programma “Qui si parla italiano” dedicato agli artisti stranieri in Italia, presentando il progetto “Action Painting Jazz”.

Per l’anno 2007, con il patrocinio della Provincia di Roma, dell’Ambasciata e del Consolato della Repubblica bolivariana del Venezuela, l’Istituto latino-americano di Roma e con il sostengo delle istituzioni ENAP ed Istituto Catel, inizia il progetto di una installazione pittorica, attraverso dodici dipinti di grandi dimensioni.

Oltre alla continuazione della sua personale ricerca artistica, il suo lavoro si evolve verso la realizzazione di svariati progetti tra cui:
– La realizzazione di una serie di sculture in ferro dal titolo “Boomerang”.
– Il progetto “Action Painting Jazz”, che abbraccia Pittura, Musica e Danza in Azione.

Nel 2009 il libro di “M.Bottaro” viene presentato insieme ad una mostra personale del Maestro presso il prestigioso Hotel Central Park a Roma, con la partecipazione del Maestro Ennio Calabria.

Collabora con l’azienda italiana ELDEC spa.(del 1974) attraverso una grande produzione di opere pittoriche.

Sempre nel 2009, il Maestro Bottaro fonda l’Associazione Culturale Almalibera. www.almalibera.com.
Attraverso il lavoro dell´Associazione Culturale è stato possibile sviluppare il progetto pittorico multimediale. Si realizzano le Prove Zero: quattro tele 2 x 2 mt. , il progetto scritto e un video promo. Con la partecipazione del dott. Francisco Bottaro, azienda Crisalde, il coreografo Salvatore Spagnolo, e gli studenti dell’Università La Sapienza di Roma.

Nel 2010 si inaugura un’anteprima del progetto multimediale: presso la sede dell’associazione Almalibera a Roma. L’Associazione Almalibera in seguito si trasferisce nella città di Bologna, iniziando il progetto pittorico e realizzando le prime 6 opere delle misure 260 x 190 cm. Esponendo un anteprima del progetto pittorico con una serie di disegni in occasione dell’evento ArteFieraOFF presso l’Hotel ‘900 di Bologna.

Espone nella Galleria 120 a Roma, e in altre mostre collettive organizzate dalla curatrice Eli Sassoli De Bianchi a Bologna.

Tra la fine del 2010 – inizio del 2011 si realizza la mostra personale di Marcelo Bottaro, e viene presentato il progetto multimediale, non ancora ultimato, presso NoHO Ricerca, in collaborazione con ArteFieraOFF, Bologna.
Tra Luglio e Novembre 2011, vengono terminate le opere del progetto. La prima fase di realizzazione avviene in campagna presso “La Casella” – Eco Country Resort in Umbria – Italia, finanziato per il presidente Luciano Nena, ENAP, Istituto Catel Pio di roma. La seconda fase del progetto è stata sviluppata presso lo studio di Bologna.

Esposizione del Progetto del Maestro Bottaro dal titolo: “ÉPICA, MITO Y ESTÈTICA EN LA OBRA NUESTRAMERICANA DE MARCELO BOTTARO: LAS DOCES BATALLAS DE SIMÒN BOLIVAR UN HOMBRE CONTRA EL IMPERIO”, E PERFORMANCE: “RAIZES ANSESTRALES” / “RADICI ANCESTRALI”, presentato insieme alla collaborazione di Lucia Geraci (09.11.2012 – Marzo 2013) presso la GAN – Galeria de Arte Nacional – di Caracas, Venezuela a cura del Maestro Juan Calzadilla, insieme all’Istituto di Cultura Italiana di Caracas.

Sempre nel 2013, espone il Progetto “Prehistoria y Futuro”, presso il “Country Club Golf Rodeca”, di Valencia (VE) e presso la galleria d’arte “Art Project”, MIAMI (FL), USA.

Attualmente il Maestro Bottaro vive e lavora a Monte San Pietro (BO), prosegue la sua ricerca artistica dedicata alla Serie “Preistoria e Futuro” e al progetto “Percorsi di Anatomia”.

Infine, sta compiendo il progetto scultoreo dal titolo “Boomerang”, Valencia (VE).

Nel 2014 Realizza la Serie : “La fabrica dei Sogni”. serie limitata opere in acrilico e tecnica mista su tela.

2015 MOSTRA EXHIBITION CASA LEONARDI Strada Maggiore, 22, Bologna

2016 Personale con performance NOTTI PER SOGNARE. “live painting” (Circolo Tiro al volo.) ROMA
incontemporaneo realizza una nuova serie limitata intitolata: “MISTERI PREZIOZI”

Attualmente si prepara per la realizzazione di una mostra museale con curaduria di Cesare Biasini. con l’appoggio del Ministero dei beni culturali e l’Ambasciata della Repubblica Bolivariana de Venezuela.